Riabilitazione riuscita a tempi record ; ed eccoci dopo 25 giorni si riprende! 43 km per arrivare a poche centinaia di metri dal passo di Zambla proveniendo dal versante della val Brembana e si gira a sinistra seguendo la freccia per il Grem ,la strada ora sale molto ripida e mi fermo di fronte a una santella indicata dal cartello precedente (foto 1) ,percorro meno di 1 km con bici a mano visto il fondo della stradina ancora ricoperto di neve ,al parcheggio indicato nelle foto, lascio la bici e inizio la salita dopo il cambio degli indumenti , inizia la salita verso la cima di Grem 2049 mt., meta di molti scialpinisti,ciaspolatori e semplici escursionisti , quest’ultimi anche d’estate.Si sale un breve pendio ,poi si scende e si incontrano alcune baite poi si risale , a sinistra i pendii salgono verso l’Arera (foto 4 e 7) ,proseguo dritto continuando a salire e a destra incontro un altro sentiero che dovrebbe essere quello che proviene dalla val delRiso da Plassa di Oneta a 930 mt. una freccia indica il sentiero 238 che porta al rifugio capanna 2000 sotto l’Arera (foto 5 e 6) .proseguo dritto verso il Grem ,incontro un piccolo fabbricato nel quale passa una sorgente d’acqua (dal rumore che si sente,foto 8),inizia il bosco ,terminato questo a sinistra come indicato nella foto noto un solco largo lasciato probabilmente da una slavina caduta dalla cima (foto 10) . Mancano ancora poco piu di 300 metri prima di raggiungere la vetta e quì la salita diventa impegnativa e non mi sento ancora sufficentemente recuperato per affrontare una simile scalata ,scendendo di fronte a mè si vede la vetta dell’Alben (foto 12) e arrivato a valle risalgo un breve pendio e in cima arrivo al culmine dello skilift di Zambla (foto 12 e 13) ,scendo poi verso il parcheggio di prima.Nelle foto 11 e 14 si vede il Grem con la sottostante discesa solcata da gli sci.

Annunci